Tipologie di procedimento

Richiesta di accesso civico generalizzato

Responsabile di procedimento: Bigi Claudia, Michela Stefano, Leoncini Pietro
Responsabile di provvedimento: Bigi Claudia, Michela Stefano, Leoncini Pietro
Responsabile sostitutivo: Leoncini Pietro

Descrizione

Nell’ordinamento giuridico italiano è stata introdotta la richiesta di accesso civico sull’esempio del Foia, Freedom of Information Act, affinchè chiunque possa ottenere dati o documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria nel sito istituzionale dell’Ente, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti e garantiti dalle disposizioni di cui all’art.5-bis del D. Lgs 33/2013 e s.m.i e dalle linee guida ANAC.

Il procedimento deve concludersi entro 30 giorni dalla presentazione dell’stanza. Nel caso in cui  il Responsabile del procedimento individui soggetti controinteressati è obbligato a inviare loro una comunicazione. Entro 10 giorni dalla ricezione della stessa, il soggetto controinteressato può presentare una motivata opposizione alla richiesta di accesso. In ogni caso, decorso tale termine il Responsabile del procedimento provvede sulla richiesta, formulando la decisione attraverso un provvedimento espresso e motivato.

Il Responsabile del procedimento può accogliere,  rifiutare, differire o limitare la richiesta. In caso di mancata comunicazione oppure nei casi di rifiuto, limitazione o differimento è possibile per il richiedente avanzare una richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza che deve decidere attraverso un provvedimento motivato entro il termine di v20 giorni dalla ricezione della stessa.
La richiesta di riesame può essere presentata anche dal controinteressato nel caso in cui il Responsabile del procedimento abbia accolto la richiesta di accesso civico nonostante la presentazione di una motivata opposizione.

Il richiedente può proporre ricorso sia al TAR -Tribunale Amministrativo Regionale- ai sensi dell’art. 116 del Codice del processo amministrativo di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 che al Difensore Civico Regionale.

La richiesta può essere redatta sul modulo appositamente predisposto, scaricabile dal sito e presentata:

  • tramite posta elettronica all’indirizzo istituzionale dell’Ente: protocollo@provincia.ms.it;
  • tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: provincia.massacarrara@postacert.toscana.it ;
  • tramite posta ordinaria all’indirizzo: Provincia di Massa-Carrara Piazza Aranci – 54100 Massa;
  • tramite fax al n. 0585/44607;
  • di persona all’Urp Ufficio Relazioni con il Pubblico a Palazzo Ducale Piazza Aranci  a Massa negli orari di apertura al pubblico, da lunedì a venerdì  dalle ore 9.00 alle ore 13.00; martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00
  • di persona all’Ufficio Protocollo negli orari di apertura al pubblico, da lunedì a venerdì  dalle ore 9.00 alle ore 13.00; martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00, a Palazzo Ducale, piazza Aranci, Massa.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli:

Ricorso al TAR (entro 60 giorni dalla notifica e pubblicazione dell'atto) o al Capo dello Stato (ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza dl provvedimento). I due tipi di ricorso sono tra loro alternativi.

Titolari del potere sostitutivo : Presidente Gianni Lorenzetti, tel: 0585/816514 - e mail: presidente@provincia.ms.it; Email certificata: provincia.massacarrara@postacert.toscana.it (nel caso in cui Responsabile del provvedimento sia il dott. Pietro Leoncini);

Dott. Pietro Leoncini, tel: 0585/816502 - e mail: p.leoncini@provincia.ms.it; email certificata: provincia.massacarrara@postacert.toscana.it (nel caso in cui Responsabile del provvedimento sia la dott.ssa Claudia Bigi o l'Ing. Stefano Michela)

 

Chi contattare

Settore 3 - Tecnico
Piazza Aranci, 35, Massa, Provincia di Massa e Carrara, 54100, Toscana, Italia

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
30 giorni

Modulistica per il procedimento

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: Ancora non attivo; non sono prevedibili i tempi di attivazione
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Palazzo Ducale, Piazza Aranci - 54100 Massa (MS)
PEC provincia.massacarrara@postacert.toscana.it
Centralino 0585816111
P. IVA 80000150450
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:

Dichiarazione di accessibilità: a questo link è disponibile l'autodichiarazione di accessibilità redatta dal responsabile per la transizione al digitale

Problemi di accessibilità: per segnalare casi di mancata accessibilità ai contenuti del sito web, è possibile scrivere al Responsabile della Transizione al Digitale, dott. Pietro Leoncini, al seguente indirizzo e mail: protocollo@provincia.ms.it